La tua azienda ha già un Rompighiaccio che gli permette di arrivare dritta alle tasche del cliente?

Uno strumento che non può mai mancare quando applico il Protocollo Marketing alle aziende con cui collaboro per farle crescere è quello che io chiamo il “Rompighiaccio”.
D’altra parte per far crescere le aziende ci sono solo 3 cose che si possono fare:

  1. Vendere a prezzo più alto
  2. Vendere di più
  3. Trovare nuovi clienti

Il Rompighiaccio è lo strumento principe per attaccare il terzo punto di questa lista.

Si chiama in questo modo perché se qualcuno ha già comprato da te vuol dire che conosce la tua azienda.

Sa di cosa ha bisogno e come tu puoi darglielo in cambio dei suoi soldi.

Chi invece non ti conosce non sa niente di te e probabilmente non ha voglia di trovarsi di fronte l’ennesimo messaggio pubblicitario della sua giornata. È come se ognuno di noi mettesse una barriera di ghiaccio intorno a sé per difendersi da tutta la pubblicità a cui siamo esposti quotidianamente.

Trovare sul parabrezza della macchina un volantino con scritto:

“Vieni alla nostra scuola di danza a imparare la Mazurka, il corso costa 100€ al mese”

non è nulla di interessante per il 99% delle persone e di certo non aiuta a trovare un gran numero di nuovi clienti.

Appena uno capisce di cosa si tratta prende il volantino e se va bene lo lancia nel primo cestino che trova.

 

 

Per superare il muro di ghiaccio della diffidenza e della mancanza di interesse serve qualcosa di potente e appuntito.
Come una nave che attraversa i ghiacci del Polo Nord per arrivare a consegnare la sua merce.

 

Come puoi trovare nuovi clienti grazie al Rompighiaccio

Il rompighiaccio in fin dei conti non è che uno strumento da usare per presentare ciò che vendi a una persona che potrebbe essere interessata.
E per farlo nel modo giusto, quello che suscita il suo interesse e non finisce immediatamente nel cestino dei rifiuti.

Potrebbe trattarsi di un volantino, una lettera, un pacco o persino qualcosa di tanto grosso da dover essere consegnato con un trasporto eccezionale.

Dipende da cosa vendi, da chi ti rivolgi e quanto ti puoi permettere di spendere per acquisire un nuovo cliente.

Sì, perché i clienti non li porta la cicogna ma si comprano sempre.

In un modo che può essere più o meno esplicito ma in sintesi quando arriva da te un nuovo cliente è sempre il frutto di un qualche investimento che hai fatto.

Sia che si tratti magari di pubblicità alla radio come del semplice fatto che hai messo un’insegna fuori dalla porta del tuo negozio.

Come trovare il rompighiaccio giusto per la tua azienda

Per capire quale tra i rompighiaccio che uso di solito è il più adatto al tuo caso specifico bisogna che prima tu abbia chiaro com’è fatto il Customer Avatar del tuo cliente tipo.

Se non sai di cosa sto parlando puoi trovare la spiegazione in questo articolo che ho scritto poco tempo fa

Una volta definito il Customer Avatar si può procedere con l’ideazione, la creazione e l’invio del Rompighiaccio ai destinatari. E soprattutto alla rendicontazione dei risultati.

Perché il bello di questo strumento è che permette di sapere con esattezza quanto si è investito, quanti clienti ha portato e quanto si è incassato da questi clienti.

In base ai risultati si può aggiustare il tiro, migliorare alcune cose che i clienti stessi ci hanno suggerito e poi far ripartire il Rompighiaccio per una nuova missione.

La forza di questo strumento infatti non finisce col primo invio.

L’operazione si può ripetere quasi all’infinito. Finché l’azienda è in grado di soddisfare le richieste dei clienti e finché i soldi che tornano sono di più di quelli che si sono investiti si può (e si deve!) andare avanti.

Anche la tua azienda potrebbe avere bisogno di un Rompighiaccio che le porti un flusso costante di nuovi clienti.

Non è detto però che ci siano tutte le condizioni per farlo.

Bisogna rispettare una serie di parametri che sarebbe troppo lungo spiegare in un articolo.

Puoi scoprirlo andando QUI e lasciando i tuoi dati per essere ricontattato.

Basterà un colloquio telefonico che si chiama Start Check Up per capire se la tua azienda ha tutte le carte in regola per iniziare a lavorare insieme e farla crescere come merita.

Non aspettare, il Rompighiaccio è pronto a salpare!

Un saluto
Luca Giovannetti